Trick Animation Film Festival

Era il 1910 quando i primi film d’animazione fecero la loro prima apparizione costituiti da semplici disegni fotografati, uno alla volta. Tra i pionieri dell’animazione non possiamo che ricordare Winsor McCay (USA), Emile Cohl e Georges Méliès (Francia). Alcuni considerano Sinking Of Lusitania di McCay (1918) il primo vero film d’animazione:

Questa forma d’arte richiede dedizione, intensità di lavoro e puro amore se si considera che in ogni cortometraggio animato ci sono centinaia di disegni al minuto.

Ma la storia dell’animazione è solo una parte che ci sta a cuore presentare tramite il Trick Animation Film Festival, l’obiettivo è quello di mettere in stretto contatto il pubblico con questa centennale forma d’arte tramite incontri con esperti, workshop creativi e maratone di proiezioni di cortometraggi da tutto il mondo.

Organizzato da Associazione Culturale Aprile – esterni, con Associazione Culturale Fuoriscala il Trick  regala al suo pubblico tre giorni e tre notti interamente dedicati al cinema d’animazione e all’esplorazione delle sue tecniche più innovative: dallo stop-motion alla plastilina, dalla claymation al mocap. Un percorso attraverso le sperimentazioni più originali e i migliori film realizzati da giovani esordienti.

Dove? Quando?

In cortile Mercato Vecchio si inizia giovedì 11 ottobre con la festa d’inaugurazione, dalle 19.30 il concerto Cabeki e Mingle e alle 21.00 la prima parte della maratona di due ore di film d’animazione da tutto il mondo.

Al teatro Camploy Venerdì 12 Ottobre la giornata si apre alle ore 11:30 con delle proiezioni dedicate ai bambini delle elementari. Per i più grandi invece alle 21:00 ripartirà la seconda maratona d’animazione internazionale.

Il sabato alle 15:00 ci si sposta da Joy (Piazzetta Serego 1, angolo via Leoni) il pomeriggio sarà dedicato a ClipAward un festival di cortometraggi low & no Budget di Mannheim (Germnia) alla sue settima edizione oramai!! I colleghi tedeschi hanno selezionato per noi un pot-pourri del the best of animation delle scorse edizioni di ClipAward. I cortometraggi, rigorosamente a basso costo, verranno proiettati in lingua originale con sottotitoli in inglese.

Domenica Trick combinerà i temi del freddo nord Europa alle ore 17:00, proponendo al Camploy una selezione tra i più interessanti ed eclettici giovani registi svedesi in collaborazione con VisitSweden (http://www.visitsweden.com/svezia/), con quelli del caldo e danzante sud cubano con la proiezione del lungometraggio candidato agli Oscar 2012 Chico y Rita di Tono Errando, Javier Marsical, Fernando Trueba:

Tutte le sere Porta Vescovo dalle ore 19:30 diventerà il punto di ritrovo per una pausa tra una proiezione e l’altra, punto d’incontro del festival per bere insieme un bicchiere di birra artigianale, ascoltare un po’ di musica e osservare le installazioni video (ClipAward) che verranno proiettate su tutta la porta.

Ma fiore all’occhiello di questa seconda edizione di Trick siete voi! I laboratori, il fare, il riprodurre, il capire come creare un’animazione fai da tè senza bisogno di un computer ma con pochi e semplici strumenti. Questo è quello che più ci sta a cuore!

 

IL WORKSHOP PER RAGAZZI/ADULTI:

Il laboratorio che porta il nome di Manifattura digitale a cura di Bonsaininja  avrà luogo Venerdì 12, Sabato 13 e Domenica 14. Tutti i giorni e tutto il giorno dalle ore 9.30 alle 19.00, presso la Sala Totola, dietro il Teatro Camploy.

I Bonsaininja sono 4 soci provenienti dall’accademia della Comunicazione e dal Politecnico di Milano, specializzati in video mapping e maxiproiezioni. Arrivano a Verona dopo aver portato a termine progetti per Emet, Pepsi e Sky ed aver vinto il premio “Steampunk – Myths & Legends”.

I Bonsaininja propongono un laboratorio intensivo, dedicato ai più esperti e/o ai più volenterosi. Durante le tre giornate i 15 partecipanti avranno l’opportunità di sperimentare tecniche differenti. Il workshop infatti si pone l’obiettivo di stimolare i partecipanti a raccontare una (o più) storie fabbricando da se gli strumenti di cui avranno bisogno per realizzarle. La chiarezza nell’esporre, la fantasia, le tecniche differenti, tutti questi ingredienti genereranno il prodotto finale di questo workshop che sarà ovviamente un video d’animazione! Poche sono le regole per partecipare: munirsi di un computer, vietato l’uso di internet ed essere creativi!

 

I WORKSHOP per i Più Piccini:

Venerdì 12 e Domenica 14 / ore 9.30-11 al Teatro Camploy:

Proprio come al cinema a cura di JOY

Ci insegnerà come creare un’immagine in movimento! È poi così complicato?No! Bastano un cartoncino e un semplice bastoncino, per creare delle storie ricche di senso!

http://www.joybox.it/index.php?idpage=26&lingua=ita

Piccoli Miyazaki crescono a cura di Farfilò

I vostri bimbi muniti semplicemente di carta, forbici, colore, fantasia: realizzeranno la piccola magia che darà vita ai meravigliosi personaggi di Miyazaki. I bimbi sono chiamati a dipingere e ad immaginare. Tutti i singoli bambini saranno importanti allo stesso modo per la riuscita finale.

https://www.facebook.com/farfilo

 

Tutti i pomeriggi del Venerdì 12, Sabato 13 e Domenica 14 Ottobre, 

dalle ore 15 alle 19, a Porta Vescovo 

HorrorCartoons! a cura di K-studio

Nella bellissima location di porta Vescovo. In previsione dell’attesa festa di fine ottobre Halloween: dolcetti e scherzetti in stop motion per creare il più spaventoso e divertente halloweencartoons della storia: daranno vita a zucche inanimate, zombie, ragni e pipistrelli… Un pomeriggio terribilmente fantastico alla scoperta degli oscuri e magici segreti dell’animazione.

http://www.k-studio.it/

 

Sabato 13 Ottobre ore 17:00, Joy:

Vegetablove: fare con le mani: spiaccicare ortaggi sulla carta è ciò che diverte di più i piccini, ma perché non anche i più grandi? Lavorare sul timbro e non più sul taglio; fare insieme, fare storie: i vegetali non hanno faccia, immaginiamo e creiamo il loro carattere attraverso il colore e gli elementi grafici di mani e braccia. Lontani da computer e curve vettoriali, partiamo dall’idea che l’animazione sia una successione di tanti disegni quasi uguali, che ogni frame sia un foglio e una pagina di un libro. Quindi la proposta da sviluppare è un FLIP BOOK molto elementare che racconti la storia di un vegetablove.

https://www.facebook.com/vegetabloveproject?fref=ts

 

Animiamoci insieme, immergiamoci nel fantastico e nell’inusuale, più siamo a condividere più avremmo l’impressione che tutto sia reale.

 

Il programma dettagliato della manifestazione lo trovi qui!

Buon Trick a tutti!!